Giovanardi confessa un parlamentare che difende la pedofilia

Giovanardi confessa un parlamentare che difende la pedofilia

L’ex sottosegretario alla Presidenza del Consiglio con delega alle politiche per la famiglia, al servizio civile e al contrasto delle tossicodipendenze, Carlo Giovanardi, evidentemente o ci fa o ci è. Conoscerà costui il significato della parola “moderato”? Eppure è strano, visto che Carlo Giovanardi è un ex democristiano.
L’ultima è una chiara accusa verso un Presidente di Regione (potete immaginare chi) che a suo dire “difendeva l’amore tra gli adulti e i bambini” paragonandolo a un pedofilo.
Io al posto dell’accusato lo avrei denunciato per calunnia.
Giovanardi non è nuovo a queste sciocchezze.
Ecco le sue “dotte citazioni”.
Il 9 novembre 2009 Giovanardi dichiarò a Radio24 che Stefano Cucchi, deceduto in carcere dopo essere stato arrestato per possesso di 20 grammi di cannabis, era morto perché anoressico, drogato e sieropositivo (Cucchi non era sieropositivo). E le foto mostravano altro. Tanto che 2 giorni dopo, forse avendo capito la sciocchezza detta, fu costretto a scusarsi. Il tema dell’omosessualità pare essere molto caro all’ex UDC, tanto che Il 20 settembre 2010 Giovanardi disse nella trasmissione KlausCondicio che nei Paesi in cui sono state legalizzate le adozioni di bambini da parte delle coppie gay è "esplosa la compravendita di bambini e bambine". Il 23 aprile 2011 Giovanardi criticò una pubblicità gay-friendly dell’Ikea asserendo che "il termine famiglia usato dalla multinazionale è lesivo della Costituzione italiana, perché per essa si deve intendere solo quella formata dal matrimonio tra uomo e donna”. Il 12 febbraio 2012 Giovanardi, sempre su Radio24, paragonò un bacio tra donne in pubblico a chi "fa la pipì per strada".
Qualcuno gli metta il freno a mano.
Share This

Nessun commento:

Posta un commento

Seguici su

Google+ Followers

Lettori fissi

Designed By Blogger Templates