Sempre più aziende si convertono alle energie rinnovabili. Stavolta è il turno di Microsoft

Sempre più aziende si convertono alle energie rinnovabili. Stavolta è il turno di Microsoft

La conversione alle energie rinnovabili è una delle sfide più importanti per le più rinomate multinazionali. Apple sembra essere una delle aziende maggiormente sensibili al problema. Anche Facebook si è orientata a questa scelta. Stavolta GreenPeace è stata in grado di convincere anche Microsoft, visto che il “colosso di Redmond” a partire da luglio, ridurrà e non di poco, le emissioni di CO2.

Tuttavia, Microsoft non dirà addio all’impiego di fonti fossili, ma ne annullerà l’impatto. L’obiettivo di fondo di Microsoft consisterà nel sanzionare le singole aree che non si adegueranno a questo codice interno. L’impiego poi di un software interno dovrebbe rivelarsi utile nell’abbattimento dei consumi energetici, dato che l’azienda di Redmond intende risparmiare 1,5 milioni di dollari entro il 2013.

Questa scelta di Microsoft non è di certo rivoluzionaria, ma rappresenta comunque un piccolo “passettino” per adeguarsi al futuro. Greenpeace comunque presterà attenzione alle scelte aziendali di numerose aziende IT, per via delle fonti di energia utilizzate per alimentare i propri server. Non è un caso, se il rapporto “How Clean is your Cloud”, presentato appunto da Greenpeace, mette in evidenza come poche aziende IT producono emissioni equivalenti a 250.000 abitazioni in Europa. Perciò, le principali multinazionali dovranno stare al passo coi tempi.
Share This

Nessun commento:

Posta un commento

Seguici su

Google+ Followers

Lettori fissi

Designed By Blogger Templates