Progetto ENEL a Bùzios: in Brasile la seconda città intelligente (dopo Malaga in Spagna)

Progetto ENEL a Bùzios: in Brasile la seconda città intelligente (dopo Malaga in Spagna)

Bùzios, una città di quasi 30.000 abitanti, che si trova a 2 ore di macchina da Rio De Janeiro, sarà dopo Malaga, la seconda città intelligente, la prima dell’America Latina. Tutto questo grazie ad un progetto interessante messo in pratica da Enel, insieme ad Endesa (società di energia elettrica controllata da ENEL dal 2009).

Tutti i rifiuti vengono considerati merce di scambio con tanto di prezzo (ad esempio l’olio fritto consente di ottenere un certo sconto sulla bolletta: 7 reali, cioè 3 euro ogni 25 litri d’olio consumato). Il progetto va ben oltre l’olio, ad esempio 1 kg di lattine viene valutato 2 reali, 1 kg di plastica 30 centesimi. L’unica conditio sine qua non per monetizzare i rifiuti è che essi siano differenziati. Se si passeggia per la Rua Padras, la strada più importante di Búzios, si evincono tante piacevoli novità rispetto a qualche anno fa, a partire dalle lampade led, continuando poi con la wi-fi gratuita. Ma non è tutto, dato che poche settimane fa Enel ha iniziato ad installare i primi 200 contatori intelligenti ed interattivi, in grado di mostreare al cliente le informazioni inerenti ai consumi personali di elettricità. Le tre fasce di prezzo per le bollette elettriche di Búzios consentono al cittadino di gestire al meglio i suoi consumi con risparmi mediamente vicini al 30% sulla bolletta.

Il rullino di marcia del programma di Enel-Endesa mette in evidenza che entro il 20015 tutta la città potrà usufruire dei contatori intelligenti. Enel ed Endesa hanno investito 18,7 milioni di euro nel progetto e non è escluso che l’investimento possa essere fatto in futuro per altri Paesi in via di sviluppo. Oramai non c’è dubbio che il Brasile sia il Paese del futuro.
Share This

Nessun commento:

Posta un commento

Seguici su

Google+ Followers

Lettori fissi

Designed By Blogger Templates