Renzo Bossi, il Trota, lascia Facebook. Chi piangerà?

Renzo Bossi, il Trota, lascia Facebook. Chi piangerà?

Renzo Bossi, figlio del Senatur Umberto Bossi, fondatore della Lega Nord, è senza ombra di dubbio più conosciuto per il suo soprannome, il Trota (il padre glielo affibbiò nel 2008 ad un giornalista che gli chiese se potesse fare da suo delfino) e per la sua disastrosa carriera scolastica (ha passato l’esame di maturità solo a 21 anni al quarto tentativo), che per i suoi veri progetti politici. Di lui ricordiamo anche il ruolo direttore sportivo della nazionale di calcio della Padania.

Pur non avendo mai compreso il suo ruolo nella Lega Nord, per molti seguaci non a caso si è più volte trattato l’argomento “nepotismo”, era uno dei volti nuovi del partito del Nord. Il suo obiettivo era quello di “attirare” più giovani possibile. Ma a quanto pare da poco, non lo farà più tramite Facebook, visto che il suo account Facebook è stato chiuso. Sul social network per antonomasia, tuttavia, vi sono vari “Renzo Bossi”, ma nessuno è l’originale.

Come mai il figlio del Senatur ha deciso di fare questa scelta? Quasi sicuramente, gli sono stati rivolti insulti per le vicende inerenti al diploma di laurea triennale in Gestione Aziendale, presso la “rinomata e prestigiosa” facoltà di Economia dell’Università privata Kristal di Tirana, in Albania. L’account Twitter del Trota formalmente esiste ancora, anche se non risultano cinguettii da un bel po’. Che abbia un ruolo nuovo nella Lega? Se sì, quale?
Share This

Nessun commento:

Posta un commento

Seguici su

Google+ Followers

Lettori fissi

Designed By Blogger Templates