La gaffe di Groupalia su Twitter: “Paura del terremoto? Molliamo tutto e scappiamo a Santo Domingo”.

La gaffe di Groupalia su Twitter: “Paura del terremoto? Molliamo tutto e scappiamo a Santo Domingo”.

I social network sono un importantissimo strumento di comunicazione, anche in ambito aziendale, a patto che li si sappia usare. Non è questo il caso di Groupalia, il sito di Acquisti di Gruppo, dove è possibile acquistare a prezzi scontatissimi.

Scrivere, nella giornata in cui l’Emilia è sconvolta dal terremoto, il seguente tweet “Paura del terremoto? Molliamo tutto e scappiamo a Santo Domingo” con tanto di offerta di viaggio nel link equivale al più classico degli autogol in campo comunicazionale.

Le reazioni sono state abbastanza prevedibili: tantissimi tweet conditi da una pioggia di insulti (a titolo personale sacrosanti) che hanno obbligato Groupalia a rimuovere dopo una ventina di minuti il tweet e a pubblicarne un altro: “Chiediamo scusa per il tweet sbagliato sul terremoto, non era nostra intenzione offendere nessuno”. In seguito l’azienda ha deciso di devolvere alla Croce Rossa 1 euro per ogni deal acquistato nella giornata del 29 maggio 2012. Una mossa che sa tanto di “mettere la classica pezza”. I social network dovrebbero essere usati in modo serio. E non come in questo caso.
Share This

Nessun commento:

Posta un commento

Seguici su

Google+ Followers

Lettori fissi

Designed By Blogger Templates