Ridurre i consumi di energia elettrica usando il computer

Ridurre i consumi di energia elettrica usando il computer

La richiesta di energia elettrica è aumentata vertiginosamente negli ultimi anni, senza però che si è trovata una forma reale di approvvigionamento alternativo ai combustibili fossili, in grado di assicurare una produzione costante, ma che non provochi troppi danni collaterali.
Molte sono state le strade percorse da governi e aziende specializzate nel settore, che però hanno portato solo scarsi e radi risultati positivi, tant'è vero che il problema col passare del tempo aumenta, poiché aumenta il fabbisogno, ma le azioni politiche per fargli fronte sono carenti.

Negli ultimi anni, infatti, solo per quanto riguarda lo spopolamento dei dispositivi mobili e l'aumento del numero di pc, si è certamente avuto un aumento esponenziale della richiesta di energia elettrica, che si cerca di risolvere ricercando nuove fonti di approvvigionamento, ma non risolvendo alla radice il problema, cieè limitando gli sprechi. La maggior parte dei consumi e dell'energia dissipata è dovuta esclusivamente ad una politica di utilizzo scriteriata priva delle basi classiche del rispetto dell'ambiente e di quello che ci circonda. Se l'utilizzo degli apparecchi elettrici fosse più razionale, di sicuro avremmo bisogno di molta, ma molta meno energia per far funzionare tutto ciò che è necessario allo sviluppo della vita moderna.

Quelli che si vuole mettere in risalto non sono solamente gli errori commessi direttamente dai governanti, i quali riservano al rispetto dell'ambiente ed alle leggi in suo favore, solo una piccola parte della loro agenda politica; ma gli errori commessi dai “comuni mortali” ogniqualvolta utilizzano un apparecchio elettrico come il computer.
Partiamo da questi ultimi, perché di essi ci occupiamo, ma questi consigli sono validi e vanno rispettati anche per altri apparati.:

1. Al momento dell'acquisto, vi dovete accertare assolutamente che il pc che state per comprare abbia tutte le certificazioni relative al risparmi energetico. Un apparecchio di classe “AA” a risparmio energetico comporta un sicuro risparmio nel tempo con benefici, anche economici, per l'utente non indifferenti.

2. Una volta installato, per renderlo pronto all'uso, un pc ha bisogno di tutta una serie di “settings”, tra i quali anche quelli per il risparmio energetico. Ponete sempre la massima attenzione nella cura di questo aspetto, che potrebbe portare benefici sia in termini di consumi energetici, ce in termini di durate dei dispositivi.

3. Cercare, per quanto più possibile di utilizzare al massimo le macchine evitando tempi morti. In pratica è molto più vantaggioso usare il pc per un tempo continuo più lungo che per intervalli brevi, durante i quali il pc resta acceso, ma è inutilizzato. Pensate a quanta energia si consuma senza che si utilizzi la macchina, è come se un'automobile consumasse carburante, stando ferma in garge. Perciò ridurre soprattutto questo spreco è molto importante. Per rendere un po' più approfondito questo punto, ricordate di ridurre al massimo l'utilizzo dello screen saver, meglio spegnere temporaneamente il monitor.

4. Un consiglio molto importante che si può dare è quello del costante aggiornamento del computer, che contribuisce visibilmente al miglioramento delle prestazioni e perciò alla riduzione drastica e continua del consumo di energia elettrica.

5. Inutile dirlo, ma non ci si dovrebbe mai stancare di farlo: ai fini del risparmio energetico e del rispetto dell'ambiente è importantissimo che i dispositivi elettrici quando non utilizzati restino spenti. Il solo rispetto di questo consiglio porterebbe, oserei dire, ad un dimezzamento del consumo di risorse energetiche in futuro. Basti pensare al numero di led e luci, seppur a basso consumo energetico, sono costantemente in funzione, con o senza una giusta causa, sia dentro che fuori le mura delle nostre case.
Certamente non saranno questi i consigli che cambieranno il mondo nei prossimi tempi, ma seguirli potrebbe migliorare la qualità di vita di molte persone, tra le quali anche quelle delle future generazioni, anche quella dei nostri figli, che riusciranno così a godere anch'essi delle infinite bellezze del nostro pianeta e non di una palla informe e nauseabonda che noi ci apprestiamo a lasciare ai posteri.
Share This

Nessun commento:

Posta un commento

Seguici su

Google+ Followers

Lettori fissi

Designed By Blogger Templates