Come proteggersi dalle polveri sottili delle stampanti laser

Come proteggersi dalle polveri sottili delle stampanti laser

Grazie ai filtri per le stampanti laser, per i fax e per le fotocopiatrici, è possibile tenere pulita l’area all’interno della propria abitazione o dell’ufficio in cui lavoriamo. Facendo un paragone appropriato, le micro polveri non sono altro che mini particelle solide/liquide che tendono a disperdersi nell’aria, in quanto invisibili ad “occhio nudo” (più o meno10 micrometri, cioè 10 volte meno di un capello).
Per ciò che concerne le stampanti laser, la produzione delle micro polveri avviene durante il funzionamento dell’apparecchio e la fuoriuscita avviene mediante le apposite aperture di ventilazione.
Ma non solo, dato che una certa quantità di polveri sottili viene fuori quando si utilizzano i toner. Appositi filtri che sono costituiti da 3 barriere, situate all’interno delle griglie adibite al passaggio dell’aria di fax, stampanti e fotocopiatrici. Qual è il loro ruolo? Quello di diminuire drasticamente il rilascio e la produzione di queste particelle all’interno dell’ambiente. Naturalmente con tutto ciò le prestazioni degli strumenti in questione restano intatte, anche se di norma il filtro va sostituito ogni 70.000 pagine o ogni anno. L’efficienza dei filtri è evidente in quanto vengono trattenute le micro particelle della sfera respirabile critica.
E’ bene inoltre:
• Puntare su strumenti a bassa emissione
• Scegliere stampanti laser dotate di filtri per micro polveri di toner.
• Distanziare gli strumenti ed equipaggiarli con sistemi di ventilazione con lo scarico delle emissioni rivolto verso l’esterno.
• Sostituire i filtri quando necessario.
• Usare fogli non trattati con formaldeide.
Per consigli e assistenze sul territorio di Roma e provincia http://assistenza-stampanti-hp-roma.blogspot.it/search/label/fotocopiatrici
Share This

Nessun commento:

Posta un commento

Seguici su

Google+ Followers

Lettori fissi

Designed By Blogger Templates